Portato in un luogo appartato e colpito con coltello da cucina

15 settembre 2017

Una vicenda incredibile, ancora avvolta di contorni misteriosi, ma con una certezza: un ragazzino di 13 anni accoltellato e finito all’ospedale di Nottola dopo aver perso molto sangue, terrorizzato al punto da non voler, in un primo tempo, fornire i nomi di coloro che l’hanno ridotto in queste condizioni.
Trattandosi di una vicenda che coinvolge minorenni, sia vittima che presunti autori, i carabinieri, che hanno ricevuto la denuncia dall’ospedale e poi dalla madre del ragazzino, non forniscono particolari.
Di certo c’√® che i militari hanno gi√† ascoltato tutti i giovani, il tredicenne, ragazzino ancora molto ingenuo che in questi giorni avrebbe dovuto iniziare la terza media, i cui genitori sono tunisini, ed i tre sedicenni, due ragazzi ed una ragazza, appartenenti a famiglie di Torrita di Siena. Tra gli elementi acquisiti anche le chat con messaggi inviati prima e dopo l’accoltellamento, dai quali sarebbero emersi spunti interessanti ed inquietanti per capire cosa sia accaduto.
Da una prima ricostruzione pare che qualche tempo fa il tredicenne abbia fatto qualche commento sulla ragazzina sedicenne che solitamente frequenta il fidanzatino ed un amico entrambi coetanei. Per una innocente battuta il tredicenne avrebbe sub√¨to da giorni la pressione dei tre che luned√¨ sera avrebbe incontrato al Luna Park di Torrita Stazione. Con una scusa i tre l’avrebbero portato in una zona isolata e l√¨ sarebbe spuntato fuori un coltello da cucina con il quale il tredicenne √® stato colpito ad un fianco e lasciato a terra, al buio, in un lago di sangue. Sarebbe anche stato minacciato di ripercussioni pi√Ļ gravi se avesse parlato. Il ragazzino √® riuscito ad arrivare a casa dopo aver perso molto sangue. Alla madre ha raccontato una bugia che i sanitari dell’ospedale di Nottola hanno prontamente sconfessato capendo che si trattava di una ferita da arma da taglio. Il tredicenne √® stato medicato e successivamente dimesso con prognosi.
Il coltello sarebbe stato ritrovato nell’abitazione di uno dei tre.

Commenti

Puoi lasciare un commento.




© 2008-2017 Amiata Radio · Tel. +39 0577 1892009 +39 335 6813735 · info@amiataradio.it
Licensa SIAE: 179/I/04-306

Sito realizzato da Coding Srl