Monaco buddista arrestato in Myanmar con 4 milioni di pillole di metanfetamina

18 febbraio 2017

Un monaco buddista è stato arrestato in Myanmar dopo che è stato scoperto con 4 milioni di pillole di metanfetamina. Queste ultime erano nascoste nel suo monastero e in altri luoghi come all’interno della sua auto. La scoperta è stata fatta dalla polizia ad un posto di blocco.
Il monaco buddista è stato infatti fermato mentre guidava nel nord dello Stato di Rakhine, a confine con il Bangladesh. Le autorità hanno comunque fatto ricorso ad una soffiata.
Dopo aver scoperto le pillole di droga nella sua auto, i poliziotti hanno poi effettuato una perquisizione nel monastero dove il monaco vive; qui hanno trovato ben 4,2 milioni di pillole di metanfetamina, una granata e alcune munizioni.

Il Myanmar è considerato uno degli Stati principali per quanto riguarda la produzione illegale di metanfetamina. Il contrabbando avviene poi con i paesi adesso confinanti. Oltre alla metanfetamina, il Myanmar produce anche notevoli quantità di oppio, da cui si produce l’eroina, che smercia, proprio come la metanfetamina, facendolo passare di contrabbando attraverso i paesi vicini.

Commenti

Puoi lasciare un commento.




© 2008-2018 Amiata Radio · Tel. +39 0577 1892009 +39 335 6813735 · info@amiataradio.it
Licensa SIAE: 179/I/04-306

Sito realizzato da Coding Srl