Black Sabbath: Sabbath Bloody Sabbath

23 Gennaio 2019

opo aver scritto la storia del Metal i Black Sabbath erano pronti anche a cambiarne le regole.
Già con Vol.4 il gruppo stava sperimentando nuove possibilità di coniugare il metal con sonorità tipicamente prog, con Synth, lunghe introduzioni e cambi di ritmo continui.
Sabbath Bloody Sabbath continua le sperimentazioni intraprese da Tommy Iommi e soci, andando verso direzioni ancora più estreme.
Il disco si apre con la potentissima title track Sabbath Bloody Sabbath, si prosegue con Acrobat in cui sono evidenti le incursioni prog. Dopo il bel strumentale Fluff è il momento dell’emblematica Sabbra Caddabra con Rick Wakeman alle tastiere. Dopo Who Are You, interamente costruita su un tappeto di Synth si chiude con la orchestrale Symphon Offerte Of The Universe.
Disco fondamentale per capire l’evoluzione di uno dei gruppi più importanti della storia della musica. Sabbath Bloody Sabbath è stampato su vinile da 180 grammi con cd incluso. Il tutto spedito con grande celerità da La Feltrinelli.
Voto 9
abbath Bloody Sabbath Black Sabbath Sabbath Bloody Sabbath (Vinile)
2
A National Acrobat Black Sabbath Sabbath Bloody Sabbath (Vinile)
3
Fluff Black Sabbath Sabbath Bloody Sabbath (Vinile)
Sabbra Cadabra Black Sabbath Sabbath Bloody Sabbath (Vinile)
5
Killing Yourself To Live Black Sabbath Sabbath Bloody Sabbath (Vinile)
6
Who Are You? Black Sabbath Sabbath Bloody Sabbath (Vinile)
7
Looking For Today Black Sabbath Sabbath Bloody Sabbath (Vinile)
8
Spiral Architect

il nostro service audio luci video

13 Gennaio 2019

Immacolata a Milano, assalto alla fiera degli Oh Bej! Oh Bej!

9 Dicembre 2018

Complice il sole e la voglia di stare all’aria aperta, la fiera degli Oh Bej! Oh Bej!, 25mila metri quadrati di bancarelle al Castello Sforzesco di Milano, è stata presa d’assalto da una folla di famiglie e turisti in cerca di addobbi, cibi natalizi, oggetti d’antiquariato. Gli espositori sono 380, una quarantina le categorie merceologiche. Ma c’è chi spera che presto il mercatino più tradizionale della città torni nella sua sede originaria: piazza Sant’Ambrogio

Festival di Berlino, Orso d’Oro come miglior film a “On body and Soul”

19 Febbraio 2017

E’ “On body and soul” della regista ungherese Ildikò Enyedi a vincere l’Orso d’Oro come miglior film del 67esimo Festival di Berlino. La pellicola narra una bizzarra storia d’amore in chiave “dark comedy”. L’Orso d’Argento è andato a un “deluso” Aki Kaurismaki, premiato per la regia di “The Other Side of Hope”, film finlandese sulla tragedia dei migranti.

Meteo, dopo gennaio “artico” ecco febbraio al gelo: le previsioni

29 Gennaio 2017

ROMA – Dopo un gennaio all’insegna del gelo, sembra che anche febbraio non sarà da meno. Per qualche giorno ancora, spiega il sito de ‘ilmeteo.it’, saranno prevalenti le correnti orientali moderatamente fredde ma l’inizio di febbraio segnerà una svolta.

Secondo gli esperti il “Vortice Polare dovrebbe orientare il suo asse verso i settori statunitensi e atlantici. L’instabilità si accentuerebbe, pertanto, su queste aree rendendosi via via più incisiva anche sul centro ovest Europa e sul Mediterraneo centro-occidentale”. Ecco quanto prevedono gli esperti de ‘ilmeteo.it’:

PRIMA META’ DI FEBBRAIO – La prima metà di Febbraio, secondo gli esperti, dovrebbe essere caratterizzata da “correnti atlantiche in progressiva conquista dell’Europa occidentale e sempre maggiore arretramento dell’alta pressione verso est”. “Già la prima settimana del mese”, si legge, “potrebbe vedere l’ingresso di perturbazioni piuttosto incisive, soprattutto sull’ovest Mediterraneo, tra le Baleari, il Golfo del Leone e il medio alto Tirreno. Tempo in peggioramento sul Nord Italia e sulle regioni del medio alto Tirreno con piogge e temporali diffusi”.

© Scansione
Oltre alla pioggia, secondo gli esperti, “arriverebbe anche la tanto desiderata neve sui comparti alpini e prealpini, soprattutto alle quote medie o medio alte. Minore probabilità, nella prima settimana o anche prima decade, di nevicate a bassa quota, per via di correnti in prevalenza miti meridionali”. “Tuttavia”, si legge, “non sono esclusi passaggi di fronti un po’ più freddi sul Centro Europa, in grado di incidere termicamente anche sulle nostre regioni alpine e prealpine, consentendo neve anche a quote collinari”.

SECONDA DECADE DI FEBBRAIO – Verso la seconda decade, spiegano gli esperti, “potrebbero ancora continuare azioni perturbate atlantiche sul centro ovest Europa e centro Nord Italia e, in questa fase, potrebbero inserirsi anche nuclei instabili via via più freddi dalle regioni subpolari, verso il centro ovest Mediterraneo, con maggiori occasioni per nevicate, oltre che sulle Alpi, anche a quote più basse al Nord e sul Nord Appennino”.

ALTRO SU MSN:

27 Gennaio 2017

stiamo tornando!!!!!

© 2008-2019 Amiata Radio · Tel. +39 0577 1892009 +39 335 6813735 · info@amiataradio.it
Licensa SIAE: 179/I/04-306

Sito realizzato da Coding Srl