ASCOLTI DI AMIATARADIO MESE FEBBRAIO FINO AL 25/02/2017

26 febbraio 2017

< Minuti totali di ascolto 236026 minuto(i) Traffico dati totale 221.5 GB Ore di ascolto in totale (TLH) 3933.77 Media traffico dati 11.3 MB Sessioni totali 20088 sessione(i)

Festival di Berlino, Orso d’Oro come miglior film a “On body and Soul”

19 febbraio 2017

E’ “On body and soul” della regista ungherese Ildikò Enyedi a vincere l’Orso d’Oro come miglior film del 67esimo Festival di Berlino. La pellicola narra una bizzarra storia d’amore in chiave “dark comedy”. L’Orso d’Argento è andato a un “deluso” Aki Kaurismaki, premiato per la regia di “The Other Side of Hope”, film finlandese sulla tragedia dei migranti.

Noci, arance & co.: ecco i cibi che prevengono i tumori

19 febbraio 2017

Una vita sana e regolare e un’alimentazione equilibrata fanno vivere bene e più a lungo.Chi fa molta attività fisica, non subisce stress continui sul lavoro, beve poco, non fuma e si alimenta in modo corretto vive più a lungo.

È quello che affermano ormai da tempo medici e nutrizionisti e non sembra ci sian più alcun dubbio a riguardo.Seguire una dieta non è un dovere solo per chi deve perdere peso, ma dovrebbe essere la regola per tutti. Attenzione, non stiamo parlando di un regime ipocalorico da seguire per tutta la vita, ma semplicemente di un modo di approcciarsi al cibo diverso. Il cibo non è solo godimento e piacere, ma anche e soprattutto fonte di energia.

dovrebbe essere il primo ospite di amiataradio.(tondi fabrizio sindaco di abbadia san salvatore)…………..martedi 28 febbraio

18 febbraio 2017

>Radio Amiata SETTIMA DAL 27 /O2/2017 DOVREBBERO INIZIARE LE DIRETTE , MUSICA E INTRATTENIMENTO.IL MARTEDI DALLE 21,15 SARANNO INVITATI TUTTE LE ISTITUZIONI DEL MONTE AMIATA ….INTERVISTATI DA MARCO CONTI (DI AMIATA NEWS)…IL PRIMO OSPITE DOVREBBE ESSERE IL SINDACO DI ABBADIA SAN SALVATORE…( MARTEDI 28 FEBBRAIO)..DOVE PARLERE DEL PRESENTE E DEL FUTURO DEL PAESE. I

PRISONER RYAN ADAMS Blue Note, PAX•AM (Digitale) VOTO ROCKOL: 4.5 / 5…( articolo preso da sito rockol)

18 febbraio 2017

> Siamo a 6 settimane dall’inizio del 2017 e abbiamo già due mezzi capolavori di musica americana. Il tempo giudicherà se saranno capolavori per intero ma, per il momento, so già che “Hey Mr Ferryman” di Mark Eitzel e “Prisoner” di Ryan Adams finiranno nelle mie liste di fine anno.

L’album dell’ex American Music Club è un ritorno quasi inaspettato. Ryan Adams invece non è mai andato via, anche se certo non è più il vulcano da 1-2 dischi all’anno di qualche tempo fa. Ha messo a fuoco le sue uscite, e anche lui come Eitzel racconta ed esorcizza in musica la sua vita privata. Il prigioniero dell’amore, distrutto da un recente divorzio è lui. Una premessa se vogliamo banale che però si trasforma in un album catartico e pressoché perfetto nel suo genere, il “classic rock” americano.

La storia di Adams è lunga e complessa (Giovanni Ansaldo l’ha ben riassunta qua, su Internazionale); l’ultima sua prova era quasi un esercizio di stile: rifare tutto “1989” di Taylor Swfit con i suoni del rock di quel periodo. Qua invece il cantautore di Jacksonville porta tutto ad un altro livello. I riferimenti sono spesso quelli – ci sono più di un paio di citazioni dirette agli Smiths, dalle chitarre (quelle di “Doomsday” o di “Broken anyway”, per esempio), che suonano spesso come quelle di Johnny Marr, alla frase di apertura di “Breakdown” (“Thorn in my side…”). Ci sono echi di Springsteen, dei Replacements, del primo Tom Petty, del suo quasi omonimo Bryan Adams.

Ma non preoccupatevi: questo non è un disco di genere, non dovete essere cresciuti negli anni ’80 per apprezzare queste canzoni. Perché sono semplicemente grandi canzoni, con una scrittura stupenda.

Certo, la chitarra con il riverbero di “Anything I say to you now” è un tuffo al cuore. Ma il risultato è una raccolta di canzoni senza tempo, come il country-rock di “To be without you”, che riporta Adams alle origini di “Heartbreaker”, il suo primo disco solista. O “Breakdown” (guarda caso: lo stesso titolo del primo singolo di Tom Petty), che si apre con chitarre acustiche ed elettriche che si intrecciano alla perfezione. O il rock più duro di “Do you still love me?”.

Ogni canzone è un gioiello di pop-rock, un clinic di scrittura, scelta dei suoni, melodia. Più che altre volte in passato, Ryan Adams ha messo tutto se stesso in queste canzoni: passione, rabbia, delusione, catarsi. C’è tutto quello che il rock sa dire e fare quando un storia d’amore finisce a pezzi, messo in musica alla perfezione.

Insomma, se piace il genere, questo album è imprescindibile. E anche se non siete dei rockettari: fermatevi e acoltate. Divverete dei “Prisoner” di Ryan Adams.

TRACKLIST
01. Do You Still Love Me? – (03:59)
02. Prisoner – (03:11)
03. Doomsday – (03:01)
04. Haunted House – (02:42)
05. Shiver and Shake – (03:05)
06. To Be Without You – (03:21)
07. Anything I Say to You Now – (04:50)
08. Breakdown – (04:00)
09. Outbound Train – (04:21)
10. Broken Anyway – (02:57)
11. Tightrope – (03:56)
12. We Disappear – (03:29)

Monaco buddista arrestato in Myanmar con 4 milioni di pillole di metanfetamina

18 febbraio 2017

Un monaco buddista è stato arrestato in Myanmar dopo che è stato scoperto con 4 milioni di pillole di metanfetamina. Queste ultime erano nascoste nel suo monastero e in altri luoghi come all’interno della sua auto. La scoperta è stata fatta dalla polizia ad un posto di blocco.
Il monaco buddista è stato infatti fermato mentre guidava nel nord dello Stato di Rakhine, a confine con il Bangladesh. Le autorità hanno comunque fatto ricorso ad una soffiata.
Dopo aver scoperto le pillole di droga nella sua auto, i poliziotti hanno poi effettuato una perquisizione nel monastero dove il monaco vive; qui hanno trovato ben 4,2 milioni di pillole di metanfetamina, una granata e alcune munizioni.

Il Myanmar è considerato uno degli Stati principali per quanto riguarda la produzione illegale di metanfetamina. Il contrabbando avviene poi con i paesi adesso confinanti. Oltre alla metanfetamina, il Myanmar produce anche notevoli quantità di oppio, da cui si produce l’eroina, che smercia, proprio come la metanfetamina, facendolo passare di contrabbando attraverso i paesi vicini.

Amiata. “Il rischio sismico nel nostro Comune”, un ciclo di incontri sulla pianificazione di emergenza e comportamenti(articolo preso su amiata news di marco conti)

18 febbraio 2017

Amiatanews (Marco Conti): Amiata 17/02/2017
Domani 18 Febbraio, primo convegno ad Abbadia San Salvatore. Il 25 Febbraio a Piancastagnaio e Castiglione d’Orcia, il 18 Marzo a Radicofani e S. Quirico d’Orcia

Inizierà da domani, presso l’Audioteca Comunale di Abbadia San Salvatore, un interessante e quanto mai attuale, ciclo di incontri pubblici, dal titolo “Rischio sismico nel nostro Comune – Rischi del territorio, pianificazione di emergenza e comportamenti”, che si ripeterà tra Febbraio e Marzo anche negli altri comuni dell’Unione dei Comuni Amiata Val d’Orcia con il seguente calendario:
25 Febbraio a Piancastagnaio (ore 9, Saletta Comunale) – Castiglione d’Orcia (ore 15 – Pro Loco)
18 Marzo a Radicofani (ore 9, Teatro Comunale) – S. Quirico d’Orcia (ore 15, Palazzo Chigi).

L’iniziativa, ideata e organizzata da Eco Casa Immobiliare di Sandro Marcucci di Abbadia, in collaborazione con la Manini Engineering di Torrita di Siena, vede il patrocinio dell’Unione dei Comuni Amiata Val d’Orcia.
“Quello che doveva essere un piccolo incontro informativo, si è trasformato in una serie di incontri pubblici di qualità e di interesse collettivo, grazie all’interesse dell’Unione e dei comuni facenti parte – ci dice Sandro Marcucci – Una soddisfazione e anche una presa di coscienza per delle tematiche attuali che interessano anche l’area Amiata-Val d’Orcia. Gli incontri sono divisi sostanzialmente in due parti: nella prima, dove protagonista sarà la Protezione Civile, si affronteranno tematiche legate alla pianificazione delle emergenze e dei comportamenti da tenere in caso di eventi naturali come i terremoti; nella seconda, saranno presentate le proproste dell’edilizia attuale sia in termini di adeguamento sismico dell’esistente che di quelli relativi alle nuove costruzioni e ai nuovi materiali, con attenzione alle tecniche costruttive ed energetiche.”

Una serie di appuntamenti di interesse e un’opportunità di apprendimento formativo e informativo su temi che ci coinvolgono quotidianamente; il corretto comportamento e le misure da attuare nelle nostre unità immobiliare, ci tutelano sotto l’aspetto della salute e dell’ambiente sempre più in forma inscindibile.

Questo il programma del convegno di Abbadia San Salvatore che si ripeterà con l’avvicendamento dei relativi responsabili comunali:
1. Introduzione: Francesco Bisconti assessore con delega alla Protezione Civile
2. I rischi della nostra zona ed il Piano Intercomunale di Protezione Civile: Daniele Rappuoli (Centro Intercomunale Unione dei Comuni Amiata Val d’Orcia)
3. Piano Intercomunale di Protezione Civile nel comune di Abbadia: Andrea Sabatini (Comune di Abbadia S. Salvatore)
4. Introduzione parte tecnica: Sandro Marcucci (Agenzia di Servizi Immobiliari Eco Casa)
5. Nuove tipologie costruttive: Gian Paolo Ciuppani (Tecnico Rothoblass)
6. Diagnosi Sismica degli edifici: Pietro Manini (Manini Engineering)
7. Riqualificazione sismica degli edifici: Carlo Perinelli (G&P Intech SRL)
8. Conclusioni: Fabrizio Tondi sindaco di Abbadia S.Salvatore (SI)

amiataradio …….la radio del monte amiata

17 febbraio 2017

correva .. anno 2010 inchiniamoci a sua maesta f fibra Elisa Anche tu, anche se (non trovi le parole) [feat. fabri fibra]

12 febbraio 2017

L’amore e la violenza Baustelle album recensione fattahttp://www.rollingstone.it/

12 febbraio 2017

Piccoli Baustelle crescono. Lo erano già da un po’, ma con L’amore e la violenza riescono a toccare un livello di maturità – morale più che musicale – ancora più alto, abbandonando definitivamente l’analisi dell’adolescenza per guardare orizzonti diversi. I turbamenti sono più complessi, le complicazioni più contorteLo sguardo verso la giovinezza è più lontano e il senso di perdita è tangibile. Ma affrontato senza disperazione (“Pensare che la vita è una sciocchezza aiuta a vivere”, canta Bianconi). Sullo sfondo, ben inquadrato dalla seconda traccia, Il vangelo di Giovanni, ci sono “profughi siriani” e “colpi di fucile”. Un riferimento preciso, come la letteratura contemporanea americana, che inquadra in un qui e ora delle vicende altrimenti inafferrabili. Il disco è baustelliano, nella musica e nei testi. Perché spingersi oltre i propri confini quando si ha la certezza di essere ancora unici, a 20 anni dalla formazione, è un vantaggio in partenza che è bene conservare.

Pagina successiva »

© 2008-2017 Amiata Radio · Tel. +39 0577 1892009 +39 335 6813735 · info@amiataradio.it
Licensa SIAE: 179/I/04-306

Sito realizzato da Coding Srl